salviamo gli studios di cinecittà – la lotta continua

abeteIl primo aprile abbiamo manifestato davanti ai cancelli degli storici Studios di Cinecittà per la salvaguardia dei posti di lavoro e contro gli esuberi ingiustificati di fronte all’arrivo di nuove e importanti produzioni e per contrastare ancora una volta, il piano cementificatorio di Luigi Abete, amministratore degli Studios. Si è nuovamente tornati a ribadire la necessità di rilanciare un vero piano di sviluppo degli Studios attraverso l’attività cinematografica e la cultura rivolgendosi principalmente al Ministero del MIBACT che in questi giorni torna a discutere nuovamente del futuro di Cinecittà.

Ormai è chiaro che la gestione di Abete è fallimentare e rivolta ad attività che non hanno niente a che vedere con il cinema. Lo testimonia la sua testardaggine nel riproporre un piano di cementificazione che prevede albergo e centro commerciale, lo testimonia il fatto che si stanno per smantellare i studi del digitale per trasferirli presso l’audio facendo posto alla ristorazione in funzione della mostra e a scapito delle attività di eccellenza del sito. Lo dimostra la volontà persistente di Abete di fare del tutto per cacciare le produzioni e scoraggiare chi all’interno degli studios lavora per produrre il cinema. E’ una politiche che va fermata immediatamente nel momento in cui alcune attività sono state fatte cessare volutamente come le produzioni televisive del calibro di “C’è posta per te” oppure “Amici” di Maria de Filippi e di tante altre. E questo avviene nonostante le grandi produzioni sono ritornate a Cinecittà , nonostante i numerosi incentivi del governo con sgravi fiscali per le produzioni estere e l’abbassamento e la rateizzazione dell’affitto degli studios.

Quello che serve è un serio piano di rilancio dell’attività cinematografica basata su alcuni punti cardine come la leva fiscale , l’introduzione della RAI e dell’Istituto Luce come strutture pubbliche  volte a gestire e a incrementare il lavoro e la produzione e di un serio privato interessato al cinema e non certo alle attività di intrattenimento come del resto dimostra continuamente l’attuale gestore di Cinecittà.

I lavoratori al termine hanno lanciato l’idea di formalizzare una associazione denominata Salviamo Cinecittà” con l’obiettivo di dare vita ad un percorso di recupero e di sviluppo delle attività produttive e cinematografiche del sito. La rete Cinecittà Bene Comune ha dato appuntamento a Luglio per la seconda edizione del Cinecittà Film Festival, rassegna con l’intervento di personalità del mondo del cinema a sostegno delle maestranze e della cultura nel nostro territorio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...