lettera richieste scuola Damiano Chiesa

LETTERA DI RICHIESTA INCONTRO SU Scuola I.C. “ Viale dei Consoli 16”, Plesso Damiano Chiesa sito in viale Opida Oppio

damiano chiesaA seguito dell’assemblea pubblica indetta dalla rete Cinecittà Bene Comune il giorno 9 Novembre presso i locali siti in via opita oppio in cui sono stati affrontae diverse temetiche volte al miglioramento della qualità della vita e alla salvaguardia del territorio è stato deciso di intraprendere un percorso di confronto con questa amministrazione. Pertanto vi chiediamo un incontro per affrontare le problematiche specifiche che riguardano la scuola Damiano Chiesa.

Si riassumono di seguito i punti sui quali si richiedono chiarimenti e interventi:

1)Situazione delle scale interne adiacenti all’ascensore: si richiede l’esito delle verifiche effettuate dal municipio e lo status dei lavori;

2) Palestra: la palestra di riferimento per la scuola primaria e la scuola secondaria è inagibile ormai da aprile 2018. Si richiedono informazioni circa lo stato attuale della palestra, l’esito delle rilevazioni tecniche effettuate da aprile/maggio 2018 e la pianificazione degli interventi;

3) Pulizia delle aule: i genitori lamentano la scarsa pulizia delle aule e dei banchi dove i bambini passano 8 ore al giorno, oltre che dei  bagni e dei locali in comune.

Considerata la necessità di garantire un ambiente salubre per i bambini, tra i quali sono presenti anche soggetti allergici a polvere e muffe, segnalamo l’insufficienza delle ore e delle risorse previste dal contratto con la ditta appaltatrice delle pulizie;

4) Aule presenti nel seminterrato: si richiedono informazioni sull’attivazione di progetti di bonifica del seminterrato, rimozione di materiale in disuso e vecchi archivi non utilizzabili, messa in sicurezza degli accessi esterni (finestre) e riutilizzo delle eventuali aule accessibili per attività culturali;

5) Discendenti pluviali nel perimetro dell’edificio: si richiede di far valutare lo stato dei materiali dei discendenti pluviali più vecchi in amianto presenti nel perimetro dell’edificio scolastico e che visivamente sono ricoperti solo in parte da vernici mentre per la maggior parte risultano non trattati e quindi pericolosi per il rilascio di fibre inalabili dall’uomo. Se non si interviene con la bonifica, è obbligatorio prevedere un programma di controllo dello stato di conservazione dei manufatti in amianto;

6) Riqualificazione della zona esterna:

  1. a) sostituzione della copertina di travertino che rifinisce il muretto della rampa: si segnala che quest’ultima allo stato attuale è totalmente danneggiata presentando molti spigoli taglienti ad altezza critica per i bambini che vi transitano. In più, non integra, non assolve alla funzione di protezione del muretto sottostante che, con il tempo, è destinato ad un sicuro deterioramento aumentando I rischi per i bambini. Molti genitori fanno presente, inoltre, che in caso di pioggia la consegna dei bambini all’uscita della scuola è critica e vengono a mancare le condizioni di sicurezza soprattutto per la scala esterna diventata scivolosa per usura della gomma antiscivolo. Si richiedono azioni d’intervento per migliorare questa situazione.
  2. b) pulizia pareti esterne: per non abituare i nostri figli al “brutto” e al degrado e riapprezzare invece la pulizia onorando e alimentando il senso civico, si richiede la possibilità di cogliere le opportunità di progetti di riqualificazione come Retake scuola o il coinvolgimento di writers locali o simili;
  3. c) Presenza topi nella scuola: nelle prime settimane di scuola è stata segnalata la presenza di topi in alcune aule della scuola primaria. Si segnala il fatto che le finestre del piano seminterrato, al livello del marciapiede e adiacenti all’ingresso della scuola, presentano evidenti segni di danneggiamento e rottura che, oltre a rappresentare un pericolo per le persone, costituiscono una via d’accesso per i topi (o persone) all’interno dei locali della scuola.

Inoltre, i cassonetti della spazzatura davanti alla scuola aumentano la situazione di degrado che si è creata portando sporcizia, topi, cattivo odore; nelle ore serali la posizione non vigilata e scarsamente illuminata incentiva le persone ad utilizzarla come discarica piuttosto che come punto di raccolta differenziata.

Sulla base dei recenti casi di infestazione di topi nella scuola, chiediamo lo spostamento dei cassonetti in un luogo più idoneo, creando tra l’altro anche dei nuovi posti auto che faciliterebbero la mobilità davanti alla scuola nelle ore di punta

  1. d) Chiediamo di prevedere azioni volte ad aumentare l’illuminazione della zona antistante l’accesso a scuola

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...