INTERROGAZIONE IN CONSIGLIO MUNICIPALE

LA GIUNTA LOZZI RISPONDE SUL CENTRO GIOVANILE ECCOCI:
I GIOVANI NON SONO UNA PRIORITA’

Esprimiamo la nostra insoddisfazione per le risposte date all’ “interrogazione urgente con risposta secca” presentata all’interno del Consiglio del VII Municipio sul futuro del servizio del centro giovanile Progetto Eccoci e delle politiche giovanili locali.

La risposta data dall’amministrazione svela che la chiusura dell’attuale servizio sarà effettiva e definitiva, dal momento che nessuna continuità sarà garantita nel quadrante Don Bosco-Quadraro-Subaugusta.

Questo quadrante, con un altissimo numeri di giovani, rimarrà dunque totalmente sprovvisto di servizi e di spazi dedicati all’aggregazione, alla cultura e alla socialità.

L’ amministrazione continua a ripetere che lo spostamento del servizio nei locali di via Marco Dino Rossi non comporta la chiusura del Progetto Eccoci: questa è una vera e propria mistificazione dei fatti in quanto il luogo individuato è in realtà un piccolo appartamento di pochi metri quadri, difficilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e perciò non accessibile.

Infatti gli stessi servizi che da ben 3 anni vengono offerti gratuitamente, tra cui l’aula studio dedicata agli universitari, la Biblioteca Rossellini, la scuola d’italiano per stranieri, verranno fortemente sviliti e ridimensionati.

Per stessa ammissione della giunta Lozzi, in questo quadrante esistono sia i fondi che gli spazi con le caratteristiche minime per garantire una continuità ottimale di questo servizio ed come i beni confiscati alle mafie e i beni del patrimonio pubblico dismesso (ad esempio l’edificio abbandonato all’interno della sede del Municipio), ma sarebbe necessario attendere in quanto tali locali non sarebbero di immediata assegnazione.

Sarebbe bastato concedere una proroga al servizio offerto da Progetto Eccoci nell’attesa di questi locali, anziché alzare un muro di fronte ai giovani, ai loro sforzi e all’impegno dei volontari che hanno garantito il servizio 6 giorni su 7 gratuitamente, senza retribuzione e, allo stato attuale, senza un minimo riconoscimento da parte delle istituzioni.

Prendiamo quindi atto che la giunta Lozzi ha preso una scelta politica ben precisa nel sacrificare i giovani e i servizi a loro dedicati, anteponendo a questi le esigenze burocratiche. Di fatto i locali che adesso ospitano Progetto Eccoci saranno probabilmente destinati all’ampliamento degli spazi dell’anagrafe.

Rete Cinecittà Bene Comune
Progetto Eccoci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...