Azione sui trasporti alla conferenza di federmobilità

20140121-150524.jpgQuesta mattina al centro Congressi di via Cavour a Roma si è tenuta una conferenza sul trasporto pubblico regionale organizzata da Federmobilità con la partecipazione dell’assessore regionale Michele Civita e di numerose aziende private. Il titolo recitava: Azienda unica regionale?

Durante l’intervento introduttivo hanno fatto irruzione alcune decine di lavoratori Atac e delle aziende private del trasporto di Roma, organizzati con l’Unione Sindacale di Base e diversi attivisti di Cinecittà Bene Comune. Al centro della protesta il ruolo delle aziende private che costituiscono un esempio di inefficienza e mala gestione.

“Le aziende private del trasporto locale – ha dichiarato Walter Sforzini di Usb Atac – sono inadempienti sia rispetto al contratto di lavoro che nel contratto di servizio con le amministrazioni locali. Non rinnovano il parco vetture, sono continuamente oggetto di proteste dei cittadini per i continui disservizi e sono state più volte al centro di pericolosi incidenti. Spesso le vetture rientrano nei depositi per mancanza di gasolio e i lavoratori non riescono a percepire gli stipendi nei tempi previsti dal contratto”.

“è inaccettabile che si progetti lo sviluppo del sistema dei trasporti regionali – ha continuato Sforzini – con le aziende che si sono rese responsabili di tanta inefficienza da costringere le amministrazioni a rescindere i contratti di servizio, come nel caso di Umbria Mobilità. La discussione andrebbe aperta con i lavoratori e con l’utenza per arrivare a stendere un piano regionale della mobilità che assicuri il diritto alla mobilità a tutti”.

“Denunciamo – ha concluso Sforzini – l’intento di Federmobilità di promuovere lo spezzettamento del servizio ad una miriade di aziende private, abbassando ulteriormente il livello delle prestazioni e le garanzie per i lavoratori. All’assessore regionale Civita diciamo che è ora di cambiare rotta aprendo la discussione verso la costruzione di un’azienda unica pubblica regionale”.

Durante l’iniziativa i lavoratori hanno srotolato uno striscione che diceva: Azienda unica regionale? Pubblica è la soluzione. Più finanziamenti al Tpl. Lo striscione di Cinecittà Bene Comune invece recitava “Trasporto pubblico Bene Comune”

Annunci

IL PARCO DI CENTOCELLE DEVE TORNARE A VIVERE

Cbc dopo aver avviato una campagna di sensibilizzazione volta all’apertura del Parco di Centocelle confinante con il nostro territorio ha partecipato attivamente all’occupazione di un’area verde del parco  eseguita da parte dell’associazione Punto di Svista e la squadra Spartaco Rugby sabato 18 Gennaio.

imagesCAOBDPO6Ancora una volta si sono volute ribadire le richieste dei cittadini di apertura del parco , di certezza sull’inizio lavori di riqualificazione, dopo lo stanziamento di 3 milioni di euro per la realizzazione del secondo stralcio di parco previsto da Roma Capitale.

Cbc fa appello a tutte le istituzioni competenti affinchè i lavori inizino nel minor tempo possibile tenendo conto delle richieste delle associazioni territoriali di miglioramento del parco. In particolare si chiede la delocalizzazione degli autodemolitori che proprio nell’area del parco interessata dalla riqualificazione persistono.

Inoltre cbc solidarizza con le richieste avanzate dai promotori dell’iniziativa di sabato per il diritto allo sport per tutti.

Basta licenziamenti in VII Municipio

LA LOTTA DEI LAVORATORI DELLE PULIZIE DELLA METRO CONTINUA

Dopo il presidio davanti alla sede di ATAC avvenuto il 10 gennaio , crediamo sia necessario continuare la lotta per ottenere lo sblocco degli stipendi, il pagamento delle tredicesime e l’assunzione di tutti i lavoratori, rifiutando ogni peggioramento delle condizioni lavorative.

Per questo chiediamo ai lavoratori e ai cittadini di mobilitarsi in maniera unitaria!

Martedì 14 Gennaio alle ore 17,30

ASSEMBLEA PUBBLICA

Presso la sede del Municipio VII –Piazza Cinecittà 11 – sala rossa (IV piano) 

Interverranno i lavoratori , le istituzioni locali, i cittadini e i sindacati

“Chi difende un lavoratore che lotta… difende se stesso!”

www.tendacontrolacrisi.wordpress.com

MOBILITIAMOCI PER LA DIFESA DEI LAVORATORI DELLE PULIZIE DELLA METRO A

Cinecittà Bene Comune esprime solidarietà ai lavoratori addetti alle pulizie dei treni della metropolitana di Roma dopo che è stato diffuso un comunicato in cui si evince la recessione del contratto da parte della società Fortuna 1 con l’Atac annunciando di fatto il licenziamento di più di 200 lavoratori che da anni prestano il servizio.lavoratori delle pulizie della metro

Nonostante i sacrifici dei lavoratori che da mesi non percepiscono lo stipendio, la situazione si aggrava ulteriormente,  ancora una volta la crisi economica e la mala gestione delle aziende municipalizzate ricadono sulle spalle dei lavoratori.

Questi presunti licenziamenti aggravano ulteriormente i dati del nostro territorio in termini di perdita di lavoro e si presentano in un periodo difficilissimo per la crisi economica che le nostre famiglie affrontano tutti i giorni.

L’ISTAT ha comunicato ieri che Il tasso di disoccupazione è salito nel novembre del 2013 al 12,7%, in crescita rispetto al 12,5% registrato a ottobre, restando al livello record dal 1977 e che, in particolare, Il tasso di disoccupazione giovanile  è pari al 41,6%.

Chiediamo l’immediato intervento delle istituzioni cittadine e di Atac  affinchè per i lavoratori delle pulizie della metro ci sia un futuro certo, attraverso l’assunzione diretta in Atac o attraverso il riassorbimento immediato da parte di una nuova società che subentri a garantire un servizio che per gli utenti del trasporto pubblico è fondamentale.

Per questo chiediamo ai lavoratori e ai cittadini di mobilitarsi in maniera unitaria!

Venerdì 10 Gennaio dalle 09 alle 13

PRESIDIO all’ATAC

Presso la sede di Via Prenestina 45 

www.tendacontrolacrisi.wordpress.com

parco di cento celle – Dalla parte dell’ambiente, dei servizi, dello sport popolare, dei cittadini.

parco 100Siamo cittadini e cittadine del V Municipio, viviamo a Centocelle, Tor Pignattara, Quadraro, Villa De Sanctis. Facciamo parte di associazioni, di comitati, di partiti, di sindacati, di oratori e scuole. Viviamo ogni giorno questo territorio, lo amiamo ed è per questo che ci siamo mobilitati, ed è per questo che portiamo avanti la nostra rivendicazione.

Il Parco Archeologico di Centoncelle è un bene essenziale nel nostro quadrante. Dal punto di vista ambientale, culturale, sportivo, umano. La sua piena apertura garantirebbe un deciso miglioramento della qualità della nostra vita; la sua piena fruibilità garantirebbe ai cittadini di godere di uno spazio naturale e culturale unico nel suo genere.

Qui l’Imperatore Costantino decise di erigere la sua villa Ad Duas Lauros e il sistema di ville collegato, in questo pianoro ebbe sede il primo aeroporto italiano, qui nel 1905 i fratelli Wright spiccarono il primo volo con il loro Flyer.

Ma l’importanza storica e archeologica del parco fa il paio con la sua valenza ambientale in quanto può essere il punto di partenza di una riconquista del verde, dell’aria aperta, di livelli di qualità della vita degni di una capitale europea.

Per fare questo è necessario che il Parco abbia nuovi accessi su Via Centocelle, su Via Papiria, su Via Togliatti e la piena messa in sicurezza dell’accesso su Via Casilina.

Per fare questo è necessario che gli autodemolitori che lo deturpano siano rimossi.

Per fare questo è necessario garantire delle funzioni che ne consentano la fruizione costante: da un sistema di visite guidate, a percorsi ciclabili e pedonali, da percorsi per la corsa e lo sport a piccoli impianti sportivi polifuzionali realmente popolari (siamo stanchi dello sport mercificato e reso ennesima tassa indiretta delle famiglie italiane).

Questo noi chiediamo come gesto di civilità, di onestà, di responsabilità, di lungimiranza. Non siamo più disposti a guardare questa terra, la nostra terra, marcire sotto l’incuria. Per questo siamo disposti a riprendercene un pezzo: per marcare la nostra piena e ferma posizione di cittadini che vogliono un Parco vivo, aperto, funzionante, realmente popolare.

Cinecittà Bene Comune

Associazione Punto di Svista, Cittadini di Centocelle, Quadraro e Tor Pignattara