Creiamo lavoro attraverso il verde pubblico in periferia

manifesto 100 celle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

durante l’iniziative si raccoglieranno le firme per DELIBERIAMO ROMA

Annunci

rompere la gabbia dell’unione europea

assemblea largo spartacoMartedì 17 giugno a Largo Spartaco ore 18:00

 

ASSEMBLEA PUBBLICA
Rompere la gabbia dell’Unione Europea
partecipano: Giulietto Chiesa, Giovanni Russo Spena, Giorgio Cremaschi e le realtà sociali e politiche del territorio.


A seguire aperitivo popolare.

 

Durante l’assemblea si raccoglieranno le firme di DELIBERIAMO ROMA per le 4 delibere di iniziativa popolare su patrimonio, risorse, scuole e acqua pubblica

 

OCCUPATO IL PARCO DI CENTOCELLE SUL VERSANTE DI VIA PAPIRIA PER CHIEDERE LA REALIZZAZIONE DI UN PARCO PUBBLICO ATTREZZATO, UTILIZZANDO ANCHE I FONDI STRUTTURALI EUROPEI A DISPOSIZIONE DELLA REGIONE LAZIO.

parco di centocelleIl Parco Archeologico di Centoncelle è un bene essenziale nel nostro quadrante dal punto di vista ambientale, culturale, sociale e umano. La sua piena apertura garantirebbe un deciso miglioramento della qualità della nostra vita; la sua piena fruibilità garantirebbe ai cittadini di godere di uno spazio naturale e culturale unico nel suo genere.

Questo grande parco cittadino, con i suoi 120 ettari di grande valenza ambientale , culturale, storica e archeologica, rappresenta la grande occasione di riequilibrio ecologico e di riqualificazione urbana per gli estesi quartieri densamente edificati che lo circondano. E anche un’occasione di sviluppo economico e di lavoro per i giovani.

Questo noi chiediamo come gesto di civiltà, di onestà, di responsabilità, di lungimiranza. Non siamo più disposti a guardare questa terra, la nostra terra, marcire sotto l’incuria. Per questo siamo disposti a riprendercene un pezzo: per marcare la nostra piena e ferma posizione di cittadini che vogliono un Parco vivo, aperto, funzionante, realmente popolare.

Per questi motivi oggi siamo entrati da via Papiria all’interno del parco  e abbiamo iniziato a pulire e a riqualificare il parco con l’intento di dare visibilità alle richieste dei cittadini.

Chiediamo al Sindaco Marino

  • Di dare avvio ai lavori già finanziati dal consiglio comunale del secondo stralcio di parco sito sul versante del Quadraro .
  • di stanziare attraverso l’uso democratico dei fondi strutturali europei gestiti dalla regione le risorse necessarie per procedere nel completamento del Parco Archeologico.
  • di aprire una parte del Parco Archeologico sul versante di via Papiria come già previsto dal Piano particolareggiato approvato alla Regione Lazio.
  • di rendere accessibile il Parco da via Palmiro Togliatti-Torrespaccata, da via di Centocelle-Quadraro e di migliorarne l’accessibilità da via Casilina.
  • di attrezzare il parco, secondo le prescrizioni del Piano particolareggiato, liberandolo dai molteplici abusivismi incompatibili con la sua funzione e dagli autodemolitori .

Le associazioni e i cittadini dei Municipi VII si mobilitano per ottenere ciò che è loro, chiedendo all’Amministrazione di Roma Capitale di procedere subito al completamento del Parco archeologico.

Roma Capitale – Un unico grande taglio

GIOVEDÌ 12 GIUGNO ASSEMBLEA CITTADINA
PIAZZA S.G. BOSCO – CINECITTÀ – ORE 17.30
BqXDE4FCQAEhR6KUn unico grande taglio, è quello che si sta abbattendo sui lavoratori pubblici, sulle aziende municipalizzate o comunque a capitale prevalentemente pubblico, sulle ditte private e le cooperative che lavorano presso la Pubblica Amministrazione . Tutto ciò che è di interesse collettivo, siano i trasporti o la raccolta dei rifiuti, l’acqua o la sanità, le scuole, gli asili nido o i servizi sociali, la cura del verde, i servizi di pulimento o finanche le farmacie, tutto viene tagliato inesorabilmente e preparato per essere venduto alle aziende private.
A Roma assistiamo all’azione congiunta della spending review, cioè del taglio indiscriminato ai servizi pubblici essenziali, e del decreto Salva Roma con il quale si vogliono tagliare gli stipendi ai dipendenti comunali e contemporaneamente “sanare” a spese di lavoratori e cittadini aziende come Atac o Ama, per poi regalarle ai privati una volta che i conti sono tornati in pareggio. A tutto ciò si aggiunge poi la riforma della Pubblica Amministrazione, preannunciata dal governo Renzi, che bloccherà i contratti fino al 2020 e impedirà la stabilizzazione dei precari. Continua a leggere Roma Capitale – Un unico grande taglio

2 giugno / Riqualifichiamo il parco di 100 celle

Cinecittà bene comune prende parte alla giornata di festa al Parco Archeologico di 100 Celle. L’appuntamento per i residenti del VII Municipio è alle ore 11 in viale Palmiro Togliatti angolo via santi Romano per una passeggiata / biciclettata per raggiungere l’entrata del parco di via Casilina. 2 giugno
Alle ore 13 ci incontreremo con altri cittadini provenienti dal laghetto della Snia per allestire una festa con pic-nic all’aperto, musica, balli, canti e momenti di informazione sul futuro del parco.
Boicotta la festa ufficiale del 2 giugno ai Fori Imperiali, quest’anno alle celebrazioni ritornano le frecce tricolore che costeranno 1,9 milioni di euro. Alla faccia del risparmio ….
Festeggia per chiede l’apertura del parco archeologico di 100 Celle anche sul versante del VII Municipio.
Partecipa per dire no alle spese militari a favore della scuola pubblica , dell’ambiente, del lavoro e della pace.