Archivi categoria: Attività contro la crisi economica

LETTERA APERTA ALLA PRESIDENTE DEL VII MUNICIPIO MONICA LOZZI PER LA REALIZZAZIONE DI UN RISTORANTE DIDATTICO ATTRAVERSO IL RECUPERO DI UN BENE SEQUESTRATO ALLA MAFIA

Cara MiniSindaca Lozzi, vogliamo ricordarle il suo impegno per la trasparenza e la partecipazione !

Nessuna descrizione della foto disponibile.C’è stato un “Avviso pubblico di indagine di mercato esplorativa” per l’individuazione di una proposta progettuale per la realizzazione e la gestione di un Ristorante didattico emesso dal suo municipio. L’immobile sito al piano terra in Via Tuscolana n.1100-1102, in disuso da diversi anni e ormai in uno stato di totale abbandono, sarà assegnato in uso, a titolo gratuito, al vincitore del bando poiché il bene immobile è stato confiscato alla criminalità organizzata, assegnato al Municipio VII dalla Direzione Centrale del demanio al Patrimonio indisponibile del Comune di Roma per finalità sociali. Continua a leggere LETTERA APERTA ALLA PRESIDENTE DEL VII MUNICIPIO MONICA LOZZI PER LA REALIZZAZIONE DI UN RISTORANTE DIDATTICO ATTRAVERSO IL RECUPERO DI UN BENE SEQUESTRATO ALLA MAFIA

 Dall’inizio dell’emergenza sanitaria Covid 1.370 pacchi alimentari consegnati

📋 Dal mese di giugno sarà attivato un nuovo servizio solidale

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, bambino e spazio all'apertoIn più di due mesi, dall’inizio della pandemia, abbiamo consegnato 1.370 pacchi alimentari e di beni di prima necessità che siamo riusciti a raccogliere grazie alle donazioni quotidiane delle persone fuori i supermercati di zona, grazie alle iniziative promosse e grazie alle raccolte organizzate dalle realtà del nostro territorio insieme alle quali abbiamo dato vita alla rete #ResistenzeContagiose. Un grande lavoro di attivismo civico e solidale che ha aiutato più di 1.000 famiglie del quartiere in difficoltà per via della crisi economica e lavorativa generata dalla pandemia. Un intervento che si è dimostrato necessario viste le mancanze e le inadempienze della giunta del VII Municipio 5 Stelle che non è stata neanche in grado di distribuire tempestivamente i buoni spesa ed i buoni affitto alle migliaia di famiglie che ne hanno fatto richiesta.
Con questi numeri il 30 maggio abbiamo terminiamo il servizio di consegna dei pacchi a domicilio.
Dal mese di giugno attiveremo un nuovo servizio contro la Crisi sociale.

BUONI SPESA BUONI AFFITTO BUONI A NULLA – DALLA LOZZI ALLA RAGGI STESSI DISAGI

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'apertoSiamo le realtà che in questi anni si sono occupate di cultura, sociale, ambiente, lavoro, questione di genere, diritti. C’eravamo, ci siamo, ci saremo.

Siamo risorse fondamentali in un municipio sempre più privo di servizi e cultura.

Abbiamo riempito e distribuito in questi 2 mesi centinaia di cassette di generi alimentari e non solo, per le persone e le famiglie del nostro territorio.

Nell’emergenza ci siamo occupati della sopravvivenza di tante e tanti che non risultano nei vostri elenchi.
Da parte della politica, di chi si professa paladina della partecipazione e della legalità, pretendiamo informazioni chiare sull’emergenza casa, sui buoni spesa non distribuiti, sui pacchi mai arrivati.

Appuntamento oggi alle 15.00 in Campidoglio per la manifestazione cittadina di volontarie e volontari della distribuzione dei pacchi alimentari.

RESISTENZE CONTAGIOSE

continuano le raccoltre alimentari

Ogni sabato mattina dalle ore 11 alle 13 siamo davanti al mercato rionale di viale Spartaco per la raccolta solidale.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone che camminano, scarpe, bambino e spazio all'aperto

Aumentano le richieste di aiuto di fronte al ritardo dei contributi economici. Quindi abbiamo deciso di aumentare le raccolte di prima beni alimentari di prima necessità finalizzati alla realizzazione della distribuzione dei pacchi gratuiti da distribuire alle famiglie in difficoltà al tempo del coronavirus.

 

Solidarietà attiva al tempo del coronavirus

Nessuna descrizione della foto disponibile.Salve, Cinecittà Bene Comune ha attivato una serie di servizi durante l’emergenza coronavirus nel quadrante territoriale Cinecittà/Don Bosco/Quadraro – VII Municipio.

Servizio di DISTRIBUZIONE DI PACCHI DI GENERI ALIMENTARI GRATUITI per persone in difficoltà economica, non coperti dal sistema dei servizi sociali. Tel 353 36 14 825

Sevizio di CONSEGNA GRATUITA DELLA SPESA per le persone in quarantena o indisponibili ad uscire da casa.  Tel 347 18 38 484 (Associazione Anteas Roma)

Servizio di CONSULENZA LEGALE GRATUITA  Tel 353 36 14 825

PER PARTECIPARE ALLE ATTIVITA’ SOLIDALI

inviate un email all’indirizzo : cinecittabenecomune@gmail,com 

Abbiamo bisogno di raccolte di alimenti di prima necessità (pasta, riso, olio di oliva, latte a lunga conservazione, pelati, scatolame, pane in cassetta, biscotti, ect.) e di dispositivi di protezione personale ( mascherine, gel disinfettanti, guanti in lattice), chi può contatti il numero 353 36 14 825 

 

Buoni spesa coronavirus, on line l’avviso pubblico del Comune di Roma

31-mar-2020 COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Roma Capitale indice un avviso pubblico per l’assegnazione del contributo economico a favore di persone o famiglie in condizione di disagio economico e sociale causato dalla situazione emergenziale in atto, provocata dalla diffusione di agenti virali trasmissibili (COVID-19).

Destinatari

Possono richiedere il contributo economico le persone e le famiglie in condizione di assoluto o momentaneo disagio, privi della possibilità di approvvigionarsi dei generi di prima necessità. Continua a leggere Buoni spesa coronavirus, on line l’avviso pubblico del Comune di Roma

Nuova iniziativa di solidarietà e di denuncia della Rete Cinecittà Bene Comune

Consegnate 300 mascherine e disinfettanti al centro di accoglienza alloggiativa temporanea di via Campo Farnia

Questa mattina due attivisti di Cinecittà Bene Comune hanno effettuato una donazione di 300 mascherine, guanti e 60 disinfettanti al centro di accoglienza alloggiativa temporanea di via Campo Farnia situato nel VII Municipio nella zona di via delle Capanelle. In questo momento il Residence ospita circa 350 persone in emergenza abitativa, è il centro più grande della capitale. Ci sembra assurdo che un servizio del Comune di Roma così importante, che negli anni era stato considerato il fiore all’occhiello dei servizi per i senza casa, oggi in piena emergenza coronavirus è stato completamente abbandonato dalle istituzioni. Continua a leggere Nuova iniziativa di solidarietà e di denuncia della Rete Cinecittà Bene Comune

ALZIAMO LE SERRANDE!

APPELLO AI RESIDENTI

serrande chiuseRigeneriamo il quartiere Don Bosco Cinecittà attraverso l’apertura dei locali chiusi

Dopo aver denunciato le numerose serrande chiuse del quartiere abbiamo deciso di rilanciare la vivibilità del nostro quartiere raccogliendo progetti e proposte dal basso, per aumentare l’offerta di lavoro per i giovani del quartiere e per rigenerare il quadrante con attività rivolte ad offrire nuovi servizi, spazi alla cultura e botteghe artigianali.

INVIACI UN EMAIL CON UN PROGETTO O UNA PROPOSTA 

PER FAR RIVERE I LOCALI CHIUSI

SCRIVI A  cinecittabenecomune@gmail.com

Mandaci un progetto, un idea, aiutaci a realizzare un programma per dare una nuova vita ai numerosi locali abbandonati. Insieme possiamo accendere l’attenzione e trovare una soluzione!

Vogliamo aprire una trattativa con le numerose proprietà delle serrande chiuse (INPS, ENASARCO, Comune di Roma, Municipio VII, Istituto per Ciechi, beni confiscati alle mafie ect) per abbassare i canoni d’affitto per il commercio di prossimità in grande difficoltà e proporre un nuovo piano di riconversione economica dei locali abbandonati, dando spazio all’ innovazione, alle numerose realtà sociali e culturali del territorio e ai numerosi progetti che in questi giorni ci sono già pervenuti.

sabato 15 febbraio – cena solidale per l’OFFICINA POPOLARE

Il 30 gennaio scorso abbiamo respinto attraverso un picchetto solidale lo sfratto dell’Officina Popolare di viale San Giovanni Bosco 65, ottenendo 3 mesi di proroga dello sfratto al 13 maggio 2020.

L’officina popolare aperta 5 anni fa è un progetto di reinserimento lavorativo di persone svantaggiate, escluse dal mondo del lavoro. Attraverso il lavoro artigianale del ferro e l’attività di facchinaggio negli anni l’officina ha coinvolto una ventina di persone restituendo dignità e sostegno a soggetti fragili come ex detenuti, alcolisti e tossico dipendenti del territorio. Attualmente vi lavorano 6 operai e nonostante la richiesta formale agli enti di prossimità e alla proprietà dell’immobile (una fondazione) questa esperienza sociale non ha avuto risposta ed oggi rischia di chiudere, aggiungendo un’altra serranda abbassata del quartiere martoriata da decine e decine di negozi e botteghe che negli anni hanno chiuso i battenti.

Sabato 15 Febbraio abbiamo indetto una giornata di sottoscrizione e aperto una piccola campagna di solidarietà.

Partecipa alla cena al costo di 15 euro e sostieni la vita dell’officina Popolare.